Chi siamo

I ragazzi del mercato solidale

Siamo nati a marzo durante il lockdown ed abbiamo deciso di salire tutti insieme su questa grande barca chiamata solidarieta’. Abbiamo vinto la nostra battaglia, abbattere le distanze in tutta Italia unendo donatori e beneficiari. Il nostro impegno e quello di fare recapitare, vestiti e beni di prima necessità specialmente dove ci sono bambini e anziani, diamo voce a chi non ce l’ha regalando un sorriso laddove regnava rassegnazione e tristezza.

Ho creato questa community sull’idea di una gigante “compagnia” dove con l’aiuto di tutti si può salvare la vita a tantissime famiglie grazie alla colletta su paypal o gofundme. 

Il mio impegno? Prima lasciate che mi presento, sono Donato ho cominciato questa avventura a Marzo 2020, quando le grida delle famiglie in difficoltà cominciavano a diventare sempre più forti, e non potevo più restare fermo davanti a tutto questo. Con l’aiuto di alcuni personaggi dello spettacolo e soprattutto grazie ai fratelli dello Zoo Di 105, la mia voce ha iniziato a girare l’Italia entrando nelle case di queste famiglie portando un pò di sollievo. In primis ho pensato ai bambini, dai pannolini al latte, a regalargli una torta per il loro compleanno, e alle mamme, chiedendo ad altre mamme di adottarle anche solo per un mese. Ho deciso di metterci la faccia oltre che l’anima perchè nessuno può vietare ad un libero cittadino di Eliminare la burocrazia e dare un sostegno immediato a chi ne ha bisogno, le grida di aiuto vanno ascoltate subito non possono aspettare. Raccogliamo su due canali con una colletta qualcosa che possa aiutarmi a soddisfare quante più persone e sostenere tutte le spese. La parte più bella di questa community e di questo progetto? L’amicizia e il legame che resta con tutte le famiglie salvate. 

 

Si dice che quando fai del bene lasci cadere un seme in ogni angolo del mondo, quel seme germoglierà e diventerà un arbusto che con i suoi frutti darà cibo ad altre persone che lasceranno a loro volta germogliare i propri semi e così all’infinito.

Distanti ma uniti

Dona ora